L'attività teatrale a Castiglione, come usanza di mettere in scena spettacoli in cui la musica era accompagnata al canto e al recitativo, ebbe origine agli inizi del 600 con Francesco Gonzaga e, sull'esempio della corte di Mantova e sull'onda della diffusione della commedia, incontrò un grande favore con il suo successore, Ferdinando.

Il primo edificio che ospitò spettacoli teatrali fu Palazzo del Principe, ed il Teatro, eretto nel 1841, ne costituì l'ampliamento. La prima stesura del progetto, ad opera degli ingegnieri castiglionesi Agricola Botturi e Antonio Piccinelli, fu ampiamente rielaborata in stile tardo neoclassico dall'architetto milanese Luigi Canonica. L'impianto della sala teatrale è rigorosamente a ferro di cavallo, con due ordini di palchi e una loggia, il tutto a struttura lignea, scolpita, modulata, ornata.

Collaborarono alla realizzazione delle decorazioni e del sipario raffigurante Apollo Musagete, il pittore Orsi dell'Accademia di Venezia, i milanesi Ghislandi e Lodigiani; i bresciani Dragoni e Guerresi dipinsero graziose figure sui parapetti dei palchi oltre al fregio dello splendido soffitto; lo Zampolli modellò gli stucchi e il Pogliaghi disegnò lo splendido lampadario che ancora oggi orna la platea.

Inaugurato nel 1843, lo splendido teatro ospitò importanti stagioni d'opera e spettacoli di prosa di grande livello fino al 1926. Dopo un lungo periodo di decadenza, il Teatro è diventato di proprietà del Comune che ha provveduto al restauro, riaprendolo al pubblico nel 1990. Ancora oggi, esso propone una ricca stagione teatrale.

 

Stagione Teatrale 2017/2018  http://www.comune.castiglione.mn.it/upload/castiglionedellestiviere/gestionedocumentale/1flyerteatro2017_18_784_20114.pdf